Home Trentino delle Meraviglie Castello di Stenico, tra i meglio conservati del Trentino

Castello di Stenico, tra i meglio conservati del Trentino

by Francesco

Quando si entra in un maniero medioevale è la storia stessa che ci viene incontro e che lascia un segno nel profondo della nostra memoria. Conosci il Castello di Stenico? Questo maestoso complesso delle Giudicarie Esteriori, Trentino occidentale, si trova in posizione di controllo e presidio sui territori del Banale, del Bleggio e del Lomaso.

Lontane origini

Antico castelliere preistorico e poi torre di avvistamento durante l’impero romano, col tardo medioevo venne ricostruito e fortificato. Il Castello di Stenico è appollaiato su un dosso in posizione dominante su tutto il territorio circostante. Nell’avvicinarsi dal basso l’impressione visiva è di continuità cromatica tra il colore bianco delle sue mura, il colore bianco delle pareti rocciose retrostanti (Dolomiti del Brenta) ed il colore bianco delle acque delle vicine “sorgenti bianche”, chiamate spesso “cascate del latte”.

Al nucleo originario più antico, forse risalente al periodo della dominazione longobarda, vengono successivamente aggiunti corpi. Mano a mano, portano il castello ad occupare l’intero spazio del rilievo roccioso. Con il periodo del principato vescovile di Trento, diviene sede permanente del Capitano delle Giudicarie e vengono costruiti edifici con funzione di presenza del potere e della giustizia. In estate, diventa spesso la residenza dei principi vescovi di Trento.

Come molti castelli alpini costruiti e poi rimaneggiati nei secoli, la visita è un vero e proprio viaggio con la macchina del tempo, partendo dal mastio originario, passando per i corpi di fabbrica del periodo altomedioevale, giungendo infine alla parte meno antica del Castello Nuovo, di pregiata fattura rinascimentale.

Vi consigliamo assolutamente di visitare con attenzione alcuni spazi molto suggestivi del castello:

– l’oscura prigione nella Torre della Fame. Gli abitanti del villaggio di Stenico ancora oggi dicono di sentire, nelle notti di luna piena, le grida strazianti dei quattro prigionieri che secondo la leggenda proprio qui perirono di fame;

– gli ampi saloni del Castello Nuovo per rivivere i fastosi tempi dell’amor cortese, di dame e cavalieri e della vita castellana;

– la preziosa cappella di San Martino di epoca carolingia (VIII sec.) poi inglobata nel castello e lo straordinario ciclo pittorico del tredicesimo secolo;

– al Castello di Stenico il dietro le quinte del castello, come la cucina, le sale da pranzo, le stanze da letto ed il curioso gabinetto “a scomparsa”.

Il passaggio di Carlo Magno, storia o leggenda?

Love Trentino - Castello di Stenico

Poco prima della sua incoronazione a Roma nel Natale dell’800, si narra che l’imperatore dei Franchi, Carlo Magno, partendo da Bergamo, risalì la Val Camonica, il Tonale e la Val di Sole, giungendo in Val Rendena. A Carisolo, nella chiesa di Santo Stefano, Simone Baschenis in un meraviglioso affresco con grande scritta murale tratta da un’antica pergamena racconta le gesta dell’imperatore. Ci sono tracce che portano ad affermare che Carlo Magno, successivamente, si diresse verso le Giudicarie esteriori, nel Bleggio e nel Lomaso, da dove potrebbe poi essere sceso verso il lago di Garda e Verona.

Love Trentino - Castello di Stenico

Recenti scavi a San Martino, nel Lomaso, hanno messo in luce, l’esistenza di un’antica fortezza di gigantesche proporzioni, posta sull’antica strada che collegava le Giudicarie con il lago di Garda. Il Castello di Stenico, a quel tempo, era probabilmente poco più di un semplice torrione fortificato. Carlo Magno avrà notato e si sarà poi diretto all’imponente fortezza di San Martino?

I nostri consigli di visita “speciali”

Love Trentino - Castello del Buonconsiglio di Trento
Ciclo dei Mesi del Castello del Buonconsiglio di Trento

PASSEGGIATA NEL BORGO ANTICO – passeggiare tra le viuzze del borgo antico e cercare i collegamenti visivi con i castelli del Bleggio e del Lomaso

INDOVINELLO MEDIOEVALE – una porzione di Castello è ben visibile in uno dei mesi del bellissimo ciclo di affreschi di gotico internazionale della torre dell’Aquila del Castello del Buonconsiglio a Trento. Chi indovina in quale dei 12 mesi si trova la riproposizione del Castello di Stenico? Scriveteci!

Tips

Parcheggio: 🅿️ gratuito (piazza di Stenico)

Periodo consigliato: 🌺🍂

Dog-friendly: 🐾🐾 sì, ma solo fino all’entrata del castello

Spot Fotografico: 📸📸

📍 CLICCA QUI per impostare Maps ed arrivare direttamente al punto di partenza

Un grazie particolare per l’evocativa immagine di copertina:

Trentino Sviluppo – Turismo e Promozione – Castel Stenico di Luciano Gaudenzio

0 comment
0

You may also like

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More